Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home News Grande Affluenza per Calici di Stelle 2010
PDF  Print  E-mail  Wednesday, 11 August 2010 14:02
There are no translations available.

Anche quest'anno l'evento Calici di Stelle ha avuto come location il Centro Storico di Sant'Antioco. Il comitato organizzatore ha organizzato due eventi musicali: il primo in piazza De Gasperi, un concerto di musica etnica; il secondo presso il Museo Etnografico con la musica del trio R.E.V.


Il percorso si è sviluppato a partire dalla Piazza De Gasperi di fronte alla basilica di Sant'Antioco Martire ed è proseguito per le vie Necropoli e Castello in un circuito caratterizzato dalla presenza di numerosi espositori e luoghi di degustazione. Il Carignano del Sulcis  è stato il protagonista della serata di San Lorenzo. Migliaia di persone hanno affollato il centro Storico fino a tarda notte.

«Calici di stelle», il successo del turismo enologico
la Nuova Sardegna — 14 agosto 2010   pagina 06

SANT’ANTIOCO. Oltre duemila biglietti emessi per i visitatori della quarta edizione della manifestazione «Calici di Stelle», che si è svolta la sera del 10 agosto con il patrocinio dell’amministrazione comunale e di quella provinciale con l’organizzazione della Cantina Sardus Pater e la collaborazione del gruppo Folk Isola di Sant’Antioco. I diversi espositori, una cinquantina fra produttori di alimenti e artigiani, hanno consentito la degustazione delle specialità locali, il tonno sottolio ed il pesce affumicato, insieme ad altri piatti. Naturalmente il cibo consentiva di poter degustare le diverse specialità della cantina, soprattutto il Carignano del Sulcis, ma anche il Vermentino e la Monica. «Siamo soddisfatti dell’esperienza - dice Marco Pinna, responsabile commerciale della Sardus Pater - che è senz’altro migliorata rispetto agli anni precedenti, sia per il numero dei visitatori sia per lo spazio a disposizione considerevolmente aumentato. Quest’anno infatti era disponibile anche la Piazza De Gasperi, ove l’amministrazione ha organizzato un concerto ed il flusso dei visitatori è stato più ordinato» un’occasione notevole dunque per ricordare che Sant’Antioco è inserita nel novero delle Città del Vino. E che il vino possa essere un importante volano di sviluppo per una comunità che per oltre 200 anni ha basato sulla viticoltura la propria economia è emerso anche nel convegno organizzato nella stessa giornata per la presentazione delle Strade del Vino. Questa di Calici di Stelle è l’unica manifestazione alla quale l’amministrazione aderisce e forse bisognerebbe lavorare, insieme con la cantina sociale e con le associazioni degli agricoltori per la valorizzazione piena delle campagne e del Carignano. Oramai i viticoltori sono molto pochi. Il progressivo invecchiamento dei viticoltori a tempo pieno, la mancanza di prospettiva economica legata alla bassa o nulla compensazione del prodotto, l’eccessiva frammentazione delle proprietà e l’aumento delle residenze agricole slegate dalla produzione presentano un quadro preoccupante, come rilevato in numerosi convegni. E se il vino e la viticoltura devono essere un richiamo turistico occorre ragionare sia sulla conoscenza più approfondita del nostro patrimonio viticolo, sul recupero delle professionalità, dai potatori ai bottai, per fare un esempio come sul ripristino delle siepi in fico d’india e la pulizia delle campagne.

Fonte: - Carlo Floris, La Nuova Sardegna

concerto_al_museo_etnografico

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}