Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home News Aree Archeologiche Sant'Antioco, Proposta per le Scuole
PDF  Print  E-mail  Saturday, 01 March 2014 16:18
There are no translations available.

Diapositiva1

Attraverso la visita ai 5 siti presenti nel Comune di Sant’Antioco  gli studenti potranno immergersi nella storia  e toccare con mano le antiche tradizioni del centro

 

  • Nuovo allestimento del MAB  Museo Archeologico Ferruccio Barreca, ricco di testimonianza archeologiche, sezioni didattiche e ricostruzioni virtuali. Si potrà ripercorre la storia dell’insediamento antico, dal neolitico fino all’età tardo antica, con particolare attenzione alle testimonianze relative al più antico sito fenicio della Sardegna.

 

  • Il tofet, area sacra di origine fenicia, è una particolare tipologia di santuario in cuo si svolgevano complessi rituali. L’area archeologica sulcitana rappresenta l’esemplare meglio conservato al mondo.

 

  • Il Villaggio ipogeo costituisce una straordinaria testimonianza del riutilizzo delle sepolture sotterranee di età punica. Le tombe furono riadattate in età moderna dagli abitanti del luogo per scopi abitativi tanto da costituire veri e propri quartieri popolari dei “Is Gruttaius”.

 

  • Il Museo etnografico offre uno spaccato delle antiche tradizioni legate all’artigianato, all’agricoltura, all’allevamento e alle produzioni alimentari caratteristiche  della regione sulcitana
  • La visita al Forte posto sulla sommità del colle che sovrasta la laguna offre un interessante esempio di architettura militare sabauda e un’occasione importante per ripercorrere gli avvenimenti storici delle invasioni barbaresche.

Si propongono inoltre  i laboratori didattici che la Cooperativa Archeotur svolgerà nel corso del 2014 .

Per qualsiasi informazione contattare la Cooperativa Archeotur al numero 078182105 o visita il sito internet: http://www.archeotur.it/santantioco/  

 

 

 

  •  

 

 

 

 

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}