Print  Saturday, 14 March 2009 08:36
There are no translations available.

La Cooperativa Archeotur, che da oltre vent’anni gestisce i siti archeologici ed etnografici dell’isola di Sant’Antioco, organizza, in collaborazione con il Comune, Piero Bartoloni, Direttore del Museo Archeologico, il Liceo Scientifico E. Lussu, la scuola media di Tratalias e le donne dell’ Auser, la manifestazione intitolata: “Le donne di Sulky”.

 L’evento, legato alle altre iniziative organizzate per festeggiare l’8 marzo, festa della donna, avrà luogo domenica 15 Marzo dalle 16 alle 20 con apertura gratuita al pubblico, e Lunedì 16 Marzo dalle 9,30 alle 14 per le scuole. L’Archeotur Intende offrire al visitatore un viaggio nel tempo ed in particolare nel mondo femminile dell’antica città fenicio - punica di Sulky. «Vorremmo ricordare e onorare, in questo modo, - dice Andrea Scibilia, portavoce della cooperativa - tutte quelle donne che con amore e sofferenza hanno affiancato gli animi e le emozioni di figli, mariti e compagni». L’idea è venuta alle socie della cooperativa a partire da un omaggio che in occasione dell’8 marzo del 2006 fu loro consegnato dall’amministrazione comunale per l’impegno profuso per la valorizzazione del patrimonio archeologico del paese. «Vogliamo condividere - recita anche il manifesto che presenta l’inziativa - con tutti coloro che vorranno onorarci della loro presenze, le belle emozioni che lo splendido museo nel quale operiamo ci fa vivere, offrendovi un viaggio nel tempo e in particolare nel mondo femminile dell’antica città fenicio-punica Sulky. In questa bella avventura ci accompagneranno le studentesse del Liceo Scientifico E.Lussu,delle scuole medie di Tratalias, le donne dell’Auser, tante amiche e figlie, che ci aiuteranno a far rivivere un variegato universo femminile fatto di dee, sacerdotesse, donne comuni, vissute più di 2000 anni fa che hanno gestito la vita della antica Sulky, donne straordinarie e talvolta emancipate per l’epoca in cui vivevano».

Fonte: Carlo Floris, la Nuova Sardegna