Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa La storia dell'isola raccontata ai bambini dai 4 ai 10 anni
PDF  Print  E-mail  Sunday, 20 January 2008 14:42
There are no translations available.

Organizzate dall’Ati tra la Coop Archeotur e la Coop Studio 87, in collaborazione con Simbdea, Società italiana per la museografia ed i beni demoetnoantropologici, in occasione della giornata “Porte aperte: i musei per i beni immateriali” promossa dal Ministero per i Beni Culturali,

questa domenica si terranno due manifestazioni: al mattino alle 11, presso il Museo Etnografico, un laboratorio didattico per bambini dai 4 ai 10 anni intitolato “La giornata dei bambini di ieri e di oggi”; nel pomeriggio alle 17, nello stesso museo la conferenza “Il ripopolamento dell’isola di Sant’Antioco” con relazioni di Marco Massa e Nicoletta Marrocu. Massa, che gestisce, con la cooperativa di cui è presidente, l’Archivio Storico Comunale, ha predisposto una relazione sullo stesso periodo con l’ausilio di diversi documenti provenienti da differenti archivi.  «È stato possibile - sottolinea Massa - modificare alcune affermazioni fatte da diversi storici proprio su alcune questioni a mio parere rilevanti. Sembra ormai acclarato, ad esempio, che la flotta aragonese che nel 1323 sbarcò alla conquista del regno di Sardegna, sia arrivata proprio a Sant’Antioco e non a Palmas, come riportato dagli studiosi finora. Palmas de Sols insomma sarebbe proprio l’isola di Sant’Antioco e non la foce del Rio Palmas». Fra gli altri documenti è stato tradotto anche un portolano turco del sedicesimo secolo che riporta le indicazioni su come sbarcare nei pressi dell’istmo.

Fonte: Carlo Floris, La Nuova Sardegna

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}