Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Serata all'insegna del buon vino
PDF  Print  E-mail  Thursday, 09 August 2007 15:30
There are no translations available.

Una manifestazione all’insegna del gusto e della cultura. Nasce con questi presupposti, come ha ricordato l’assessore alla cultura Daniela Ibba, «Calici di stelle», in programma da domani.

La manifestazione, prevista a livello nazionale per tutti i comuni aderenti all’associazione Città del vino e dal Movimento Turismo del Vino, quest’anno cambia la sede, in origine l’Arena fenicia: si svolgerà in una delle zone più suggestive e importanti della città, l’area archeologica. La serata inizia però al museo etnografico, intorno alle 21, e prevede a seguire un percorso eno-gastronomico e culturale. Dopo l’etnografico, proseguimento per via Necropoli con degustazione di prodotti locali, oltre che dei vini Sardus Pater, in prossimità del villaggio ipogeo nella stessa via necropoli, concerto del gruppo Rev, due chitarre classiche e un violino con Valerio Melas, Rossella Camellini e Eliana Melis del Conservatorio di Cagliari. Gli amanti del vino proseguiranno nella via Foscolo, tra i colori dei costumi e delle musiche locali. Il percorso si concluderà presso il fortino sabaudo con degustazione e laboratorio a cura dell’associazione Slow Food. La suggestiva notte di San Lorenzo così potrà essere passata gustando i prodotti migliori della nostra terra, insieme al vino, gli affumicati di mare, ma anche pane e prodotti sottolio vari, formaggi e miele. Tutti prodotti nel Sulcis, mare e terra insieme, uniti dal legante di eccellenza quale il vino, il rosso Carignano del Sulcis o il bianco Vermentino di Sardegna. La regia dell’evento è stata curata dall’assessorato alla cultura con la collaborazione della Cantina Sardus Pater, della coop Archeotur e del Gruppo folk Isola di Sant’Antioco. Dunque l’amministrazione ritorna all’antico, l’anno scorso infatti la manifestazione non si era svolta per mancata adesione al circuito Città del Vino. Forse questo è un segnale come il vino possa diventare per l’isola uno strumento per lo sviluppo turistico. Calici di Stelle può essere l’inizio di una serie di attività volte a valorizzare il vino che non è solo un prodotto naturale ma anche il segno di una cultura del paesaggio, di una economia che è stata a lungo compressa e mortificata dalla scorciatoia dello sviluppo industriale che si è dimostrato una chimera. Dal vino si può ripartire per un progetto economico di sviluppo diverso, più aderente alla natura e a luoghi che in passato hanno reso forte l’economia.

Fonte: Carlo Floris, La Nuova Sardegna

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}