Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Apre il museo fenicio-punico: «È un gioiello archeologico»
PDF  Print  E-mail  Wednesday, 04 January 2006 10:55
There are no translations available.

È tutto pronto, lunedì, dopo un’attesa durata 33 anni, inaugura il museo archeologico comunale, intitolato a Ferruccio Barreca e che racconta la storia della civiltà fenicio punica a Solky.

Il museo si inaugura con una mostra temporanea. ‹‹È un avvenimento storico - sottolinea il Sindaco Eusebio Baghino - ci sono voluti 33 anni a terminare l’opera. Non vogliamo prenderci nessun merito, posso dire che hanno concorso tutti i sindaci che hanno governato il paese: è stato merito di tutte le forze politiche. Il museo è uno scrigno di cultura, la Sardegna dovrebe essere orgogliosa di questa struttura che è fra i più importanti al mondo per la civiltà fenicio punica››.
 Dunque finalmente, dopo una lunghissima attesa il museo apre le sue porte alla città e al territorio. La predisposizione delle sale è stata curata dal direttore Piero Bartoloni, che si è servito degli operatori della coop Archeotur e degli studenti e ricercatori dell’università di Sassari dove insegna. Saranno gli addetti dell’Archeotur a gestire la struttura almeno per un anno: questo è stato possibile grazie alla proroga dei finanziamenti per i progetti speciali per la cultura decisa dalla Regione. All’inaugurazione sono stati invitati appunto gli ex sindaci della cittadina sulcitana e le più alte autorità regionali, a partire dall’assessore regionale alla Cultura Elisabetta Pilia. Continua Baghino: «Questo patrimonio deve essere un vanto per tutta la Sardegna. Mi auguro che il ministero lo consideri patrimonio dell’umanità››. È evidente che per questa importantissima struttura, che è sotto la gestione diretta dell’amministrazione comunale, si devono trovare le risorse per garantirne il funzionamento nel tempo. Proprio questa è la corsa che l’amministrazione sta facendo per garantire alla città un patrimonio culturale che può essere capace di esercitare notevole attrazione sui turisti.


- Fonte: Carlo Floris, La Nuova Sardegna

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}