Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Boom di turisti nelle zone archeologiche
PDF  Print  E-mail  Wednesday, 24 August 2005 13:38
There are no translations available.

La cooperativa Archeotur che gestisce le aree archeologiche (museo etnografico, villaggio ipogeo, forte sabaudo e il tophet) ha registrato un incremento nell’afflusso di visitatori nei primi venti giorni di agosto.

‹‹Sono arrivati più turisti, un aumento del 10 per cento rispetto all’anno scorso», dice il presidente Marroccu: «È merito senz’altro delle nostre azioni per migliorare la fruibilità dei luoghi e delle iniziative prese per attrarre un maggior numero di visitatori››. Ad esempio a Ferragosto la cooperativa, in accordo con l’amministrazione comunale, ha proposto ai turisti in che si trovavano nell’isola l’apertura delle aree dalle 20 alle 24. I visitatori hanno risposto positivamente all’offerta, presentandosi numerosi all’appuntamento. Nell’occasione la coop ha offerto una degustazione di prodotti e vini locali, molto gradita da chi ha scelto la sera di Ferragosto per visitare le aree archeologiche. È stata grande la soddisfazione degli operatori Archeotur per i buoni risultati conseguiti e per le gratificazioni ricevute ad opera dei visitatori sia per l’organizzazione della cooperativa e per la preparazione delle guide, che per la bellezza dei siti archeologici. I risultati dunque danno ragione ad una gestione intelligente delle aree archeologiche che riesce a coniugare la conoscenza dei luoghi e del patrimonio culturale insieme alla conoscenza del patrimonio enogastronomico della città.


Fonte: Carlo Floris, La Nuova Sardegna

 

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}