Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Pasquetta col pienone
PDF  Print  E-mail  Tuesday, 25 April 2000 13:05
There are no translations available.

Già dalla sera di Pasqua sono stati in molti a raggiungere Sant'Antioco.

Un piccolo 'esercito' di turisti che ha preso letteralmente d'assalto spiagge e campagna. Le località più 'gettonate' sono state la pineta di Peonia Rosa e il litorale che da Capo Sperone arriva a Maladroxia, passando per Coaquaddus e Calasapone e Calalunga. Un soggiorno tranquillo anche per quanto riguarda il traffico nelle strade. Il tempo ha premiato chi ha scelto l'isola per la vacanza offrendo ai visitatori una tipica giornata primaverile. Notevole la presenza dei visitatori anche nel centro di Sant'Antioco che ha potuto mostrare i suoi tesori archeologici segnando solo nella giornata di pasquetta oltre cinquecento presenze. Presi d'assalto Musei thophet e catacombe. «Abbiamo iniziato le visite guidate già alle nove del mattino», spiegaChiara Mereu della cooperativa Archeotur in servizio al museo archeologico. Un gruppo di turisti romani che ha appena visitato il museo e si accinge a raggiungere le catacombe, esprime soddisfazione. «Un museo ricco ed interessante», commenta Elisabetta Bentivoglio, insegnante di italiano e storia all'Itis 'Einstein' della capitale. «Sono appassionata di archeologia, e per me è stata una sorpresa sapere che il cimitero dei bambini si chiamava Thofet o persino vedere un biberon dell'era fenicia». Anche gli alberghi e ristoranti hanno registrato il tutto esaurito, come confermaAchille Pinna , del 'Moderno'..

Fonte: Tito Siddi, L'Unione Sarda

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}