Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Nella pulizia degli arenili del Sulcis-Iglesiente
PDF  Print  E-mail  Saturday, 09 May 1998 13:17
There are no translations available.

Nella pulizia degli arenili del Sulcis-Iglesiente c'è un 'buco'' nero:

Sant'Antioco è l'unico centro del territorio escluso dal programma della Provincia. O, meglio: anch'esso è all'interno del progetto (risulta dalla delibera approvata l'11 dicembre del 1991 dalla Giunta), ma il finanziamento è virtuale. «C'è ma non c'è», ha detto Giuseppe Piria, consigliere provinciale di An di Sant'Antioco. Un giallo: «Ho presentato anche un'interrogazione - ha spiegato Piria - proprio per capire cosa sia successo. Mi hanno promesso che avrebbero fatto le ricerche, ma la risposta non mi è mai arrivata'. Intanto la Soil ha presentato il progetto per le pulizie estive e l'Isola resta esclusa. «Ma il lavoro - ha spiegato Piria - non doveva essere fatto dalla Soil, ma dall'Archeotur che doveva usufruire di un finanziamento assegnato alla Turi coop». Una storia un po' ingarbugliata che nessuno ha ancora risolto. «Non capisco - si è chiesto il consigliere provinciale - perché i lavori non sono ancora iniziati. È tutto in regola. C'è la delibera approvata e ci sono anche i soldi». Con i finanziamenti del progetto 'Azione 4', invece, l'Archeotur a Sant'Antioco ha compiuto un buon lavoro in tutto il centro abitato. E così poi il consigliere provinciale chiede anche lumi sulla Soil: «Se è ferma da due anni, la Provincia avrebbe dovuto revocargli l'incarico. Non si possono tenere i soldi 'congelati' per tanto tempo».

Fonte: L' Unione Sarda

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}