Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Soldi per le spiagge? Sono tutti scomparsi
PDF  Print  E-mail  Wednesday, 08 April 1998 13:24
There are no translations available.

Doveva essere l'operazione 'spiagge pulite'.

 

Per Sant'Antioco si è trasformata nell'operazione 'spiagge dimenticate'. La maggiore delle isole del Sulcis, infatti, si è ritrovata esclusa dalla torta miliardaria dei finanziamenti stanziati dalla Regione per ripulire le spiagge della Sardegna in vista dell'invasione estiva dei turisti.Esclusa? Dimenticata? Mistero. Accresciuto dal fatto che nell'elenco delle località ammesse ai finanziamenti Sant'Antioco compare eccome e c'è anche la somma stabilita: 511.176.191 lire. Mezzo miliardo per dare una bella lustrata agli arenili e occupare, anche questo è indicato, 12 lavoratori. Peccato che nessuno pare abbia mai visto quei soldi.Impossibile? «Macché, è una storia daprima Provincia ». Giuseppe Piria, capogruppo di An in Consiglio provinciale ne ha chiesto conto, con una interpellanza illustrata ieri sera in aula a Cagliari, al presidente della Provincia Nicola Scano sollecitando delucidazioni e invitandolo a rimediare per il futuro.La storia che racconta Piria, con tanto di documentazione allegata, è quella del progetto 'Azione 3-litorali'. Si tratta di una iniziativa assunta dalla Regione per risolvere una volta per tutte il problema della pulizia delle spiagge che si poneva alla vigilia di ogni estate. Ebbene la Regione stanziava i denari, li consegnava alla Provincia 'soggetto attuatore' la quale, a sua volta girava i denari (dietro presentazione di progetti) ai 'soggetti esecutori'. Ebbene fin dai primi elenchi diffusi dalla Regione bel 1991 Sant'Antioco figura tra destinatari dei finanziamenti con una cooperativa, l''Archeotur', nella veste di 'soggetto' esecutore.Tutto a posto salvo un particolare: a Sant'Antioco quei finanziamenti non sarebbero mai arrivati. Lo sostiene Piria che chiede di sapere perché (e per quali motivi) «Sant'Antioco è scomparsa da 'Azione 3' con la società Archeotur soggetto esecutore».Che l'attuazione di quel piano si fosse rivelata un tantino farraginosa, comunque, lo si evince anche da una lettera inviata la scorsa estate dal presidente della Provincia, Nicola Scano, al presidente della Giunta regionale, Federico Palomba. Scano suggerisce di affidare i finanziamenti ai Comuni interessati piuttosto che alla Provincia. Ma da qui a 'dimenticarsi' di Sant'Antioco ce ne passa.

Fonte: L'Unione Sarda

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}