Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Oltre un miliardo per curare il verde della pineta
PDF  Print  E-mail  Thursday, 27 November 1997 14:12
There are no translations available.

È partita a Sant'Antioco la terza fase di «Azione 4», l'operazione di maquillage di alcune zone cittadine.

 

Dopo la Chiesa di Bonaria e il parco giardino, adesso è la volta della pineta, la chioma verde che su circa tre ettari sovrasta Sant'Antioco da oltre trenta anni. «Abbiamo dovuto superare lungaggini burocratiche ed alcune sospensioni dei finanziamenti che hanno allungato i tempi di intervento - dice l'assessore ai lavori pubblici Sergio Fois - ma adesso siamo finalmente riusciti a partire». I lavori sono iniziati lunedì scorso e vedono impegnati una decina di operai. Adesso si sta procedendo, sotto tutela della forestale alla sfrondatura degli alberi, al taglio di quelli che non possono più crescere perchè ormai soffocati dai più robusti e sistemazione delle calanette per l'acqua piovana. «Il legno ricavato dallo sfoltimento - assicura l'assessore - sarà devoluto gratuitamente alle famiglie bisognose». Il progetto prevede poi la recinzione dell'area, alla sistemazione di fontanelle, illuminazione, box per servizi e punti di ristoro. «La pineta che è l'unico polmone verde della città - conclude l'assessore - diventerà veramente fluibile da tutti i cittadini e dai turisti come merita». La spesa di intervento supera il miliardo che sarà gestito amministrativamente dal comune mentre l'Archeotur, la cooperativa che in città ha in gestione le aree archeologiche attuerà il progetto con un cantiere occupazione.

Fonte: Tito Siddi, L'Unione Sarda

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}