Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Un presepe speciale al Museo Etnografico
PDF  Print  E-mail  Saturday, 21 December 1996 14:40
There are no translations available.

Va alla Scuola Media “Antioco Mannai” il merito di aver allestito un presepe davvero originale, allestito nel Museo Etnografico con la collaborazione della Cooperativa Archeotur e il patrocinio dell’Assessore Comunale alla Cultura.

Il presepe è stato allestito in un paesaggio che rappresenta l’isola di Sant’Antioco popolata dai personaggi realizzati dagli alunni della “ Mannai ”, assistiti dall’insegnante di artistica Iolanda Divincenzo, raffigurati tutti in costume sardo. Così, chi si trova davanti al presepe può trovare nello sfondo l’isola della Vacca e del Vitello. Il paesaggio, invece, vede in primo piano la zona archeologica, con le anforette e le urne cinerarie realizzate con il “Das”. L’allestimento del museo invece deriva dal fatto che gli alunni della Mannai hanno voluto raffigurare il mondo agropastorale che un tempo rappresentava la parte economica più importante della cittadina lagunare.
Il pastore che tosa le pecore, il contadino che ara i campi, sono i classici di tutte le raffigurazioni della nascita del Cristo. Qui, però, la tradizionale Betlemme si trasferisce a Sant’Antioco. Non a caso il presepe è stato chiamato “ Su Nascimentu “. Un nome che deriva dal termine utilizzato dagli antichi Antiochensi per definire la Nascita di Gesù.
Grande soddisfazione è stata espressa dal Preside della Scuola, Giovanni Macciotta, che da anni valorizza la creatività dei giovani alunni. I risultati positivi, ogni volta appaiono scontati, “ anche grazie alla collaborazione dei docenti – ha detto il Preside , che insieme agli alunni intraprendono questo tipo di iniziative. Ad esempio le insegnanti Giuseppina Porru e Pia Trevisan che hanno collaborato all’allestimento. La realizzazione invece è stata curata dalle insegnanti Iolanda Divincenzo e Marisa Scalvini”.
“ E’ un lavoro meritevole, ha detto l’assessore Gianni Inguscio, e che ha un valore culturale importante. Colpisce l’abbinamento fra la città natale del Cristo e la nostra isola soprattutto per i particolari rappresentati nel presepe.


Fonte:  Stefano Garau, La Nuova Sardegna

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}