Print  Sunday, 15 April 2012 11:49
There are no translations available.

Natalia La Picca è una guida turistica carlofortina che ha ideato un progetto per la valorizzazione dei siti fenicio punici in funzione didattica e ludica, destinato alle scolaresche delle scuole primarie della regione che valorizza il patrimonio archeologico della città.

 

La prima giornata si è svolta il 3 aprile con i ragazzi delle scuole medie di Carloforte. 56 studenti che, Divisi in tre squadre di Esploratori, La Maschera fenicia, l’Ancora, e il Naviglio fenicio muniti di mappe dei luoghi da visitare, seguendo le indicazioni della guida sono partiti dal museo archeologico per scoprire tappa per tappa tutti i siti di interesse segnati in mappa fino alla Fontana Romana-in Piazza Italia dove c’è stata una piccola sosta per il pranzo che si è tenuto alla trattoria di Corru Longu e l’attività è poi proseguita dalle 15,30 fino alle 16,30 per un’ora di giochi didattici volti a far emergere e fissare le nozioni apprese durante la giornata. I giochi prevedevano un vincitore, in questa giornata Il Naviglio Fenicio, in modo da invogliare i ragazzi a partecipare attivamente. I vincenti sono stati premiati dall’assessore alla cultura Daniela Ibba. All’iniziativa, che consente di diffondere la conoscenza dei siti archeologici, hanno collaborato il rettore della basilica di Sant’Antioco Martire, Demetrio Pinna e la cooperativa Archeotur che gestisce le visite ai siti archeologici. «I ragazzi erano molto contenti – dice Natalia La Picca – hanno gradito sia le visite guidate sia i giochi che consentono loro di apprendere e rafforzare le informazioni ricevute nel corso dell’esperienza». Natalia La Picca, parla inglese e spagnolo, è diventata guida turistica dopo il diploma, dopo aver seguito due corsi tenuti dall’Ifold, il primo proprio per guide turistiche ed il secondo sull’organizzazione di attività ludiche e si è inventata un mestiere con il quale riesce a vivere.
Fonte : Carlo Floris, La Nuova Sardegna
08 aprile 2012