Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home Rassegna Stampa Per l'Antiquarium «sbarrato» le Coop protestano
PDF  Print  E-mail  Sunday, 13 November 1994 00:00
There are no translations available.

Il comitato regionale sardo della Lega delle Cooperative si schiera contro la chiusura del museo di Sant'Antioco su ordine della sovrintendenza alle antichità di Cagliari.
Il presidente Silvio Cherchi stigmatizza la decisione con una nota inviata alla presidenza della giunta regionale, all'assessore alla pubblica istruzione e alla stessa sovrintendenza.
«Inviamo formale protesta per la chiusura del museo di Sant'Antioco gestito dalla cooperativa Archeotur - dice la nota -che come conseguenza immediata non solo provoca l'interruzione del servizio di custodia e di apertura al pubblico, ma anche il licenziamento di dodici lavoratori in un'area, come quella del Sulcis già colpita da una grave crisi occupazionale».
Silvio Cherchi poi, a nome della lega chiede un intervento urgente per «fermare temporaneamente la decisione», inoltre si auspica l'attivazione di un confronto tra le parti, compresa la lega delle cooperative per trovare soluzioni alternative. T. S.
 
Fonte Unione Sarda : Siddi Tito
 
 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}