Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)
Sei qui Home
PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 20 Agosto 2015 06:31

SANT’ANTIOCO, VIA A “GRUTTAS OBERTAS ” TOUR ALLA SCOPERTA DELLE TOMBE IPOGEE, L'UNIONE SARDA 16 AGOSTO 2015
Più che una semplice visita guidata, una vera e propria full immersion nel passato resa ancora più vibrante dalla rappresentazione teatrale.

http://www.unionesarda.it/articolo/cultura/2015/08/16/sant_antioco_via_a_gruttas_obertas_tour_alla_scoperta_delle_tombe-8-430439.html

 Domani alle 20.30, nel fulcro del più antico insediamento urbano di Sant’Antioco, tra via Necropoli, via Foscolo e via Cavallotti, andrà in scena la terza edizione di “Gruttas Obertas”, la manifestazione culturale (condita da una buona dose di storia e spettacolo) organizzata dalla cooperativa Archeotur in collaborazione con l’amministrazione comunale, che offrirà un itinerario di scoperta attraverso le tombe ipogee, note agli antiochensi come gruttas.
Grazie alle performances dei piccoli attori coinvolti nell’iniziativa (bimbi e ragazzi antiochensi di età compresa tra i 5 e i 12 anni), i visitatori saranno proiettati nelle diverse scansioni temporali che hanno segnato la storia delle gruttas. Ecco quindi che gli attori in erba vestiranno i panni di punici (in memoria dei tempi in cui le grotte erano adibite a sepolcri) e di gruttaius doc (per rievocare il momento storico, dal 1754 agli anni ’60 del secolo appena passato, in cui le grotte furono elette a dimore private di numerose famiglie del paese).
«Visto il grande successo delle edizioni passate saranno garantiti due percorsi identici in modo da offrire il tour a un pubblico ampio» spiega Anna Carla Mariani, componente dello staff Archeotur.
Non soltanto le tappe attraverso gli ipogei che popolano via Necropoli, ma anche tanto spettacolo: alle 20 al Museo Etnografico (nella stessa via) andranno in scena le proiezioni di filmati d’epoca, di “Uno per tutti” e di “Umpridura”. Momento di musica in piazzetta Foscolo con “Golacustic” e ampia carrellata espositiva con ben 50 stand e gazebo di prodotti tipici: «Scelti accuratamente per rappresentare al meglio l’ambientazione della serata» puntualizza la Mariani.
E in tema di atmosfere e gusti tipici, durante l’evento sarà presentato un vino rigorosamente isolano: il nuovissimo “Bentesali”, Carignano deciso ottenuto dal tradizionale piede franco.
Fonte: Serena Cirina, L’Unione Sarda

 
try { var pageTracker = _gat._getTracker("UA-11410147-1"); pageTracker._trackPageview(); } catch(err) {}